Vicenza, città dell’architettura e della rigenerazione urbana


basilica__

Per chi, come me, vive in provincia è sempre un dramma avere notizia di grandi convegni e lezioni di architetti famosi che si svolgono, il più delle volte, a centinaia di chilometri di distanza.

Ben venga quindi l’iniziativa della città di Vicenza che, negli spazi restaurati della Basilica Palladiana, ospita per un mese, a partire dal 6 settembre e fino al 6 ottobre, una serie di mostre e lezioni sui temi del design, dell’architettura e dell’urbanistica. Nell’ambito di ‘La città dell’architettura’, spazio di discussione e divulgazione avviato nel 2012 per portare i temi della progettazione architettonica e urbana a Vicenza, l’evento chiamato ‘Ri_Generazione’, raduna nello spazio palladiano e nel centro storico cittadino architetti di livello internazionale: tra questi la coppia anglo-tedesca Bolles & Wilson, che presenteranno in uno dei primi appuntamenti, sabato 7 settembre, numerosi progetti di riqualificazione urbana (come il masterplan Monteluce per Perugia), Goncalo Byrne (al lavoro a Vicenza con il discusso progetto per Borgo Berga) e Franco Stella (l’architetto vicentino incaricato della ricostruzione del Castello di Berlino).

88094-logo_ri_generazione

Ad accompagnare il mese di workshop e lezioni ci saranno una serie di mostre, la principale dedicata all’opera di Pier Giacomo Castiglioni, assieme al fratello Achille figura eccellente del design italiano, ed altre dedicate a diversi temi, dal design autoprodotto, alla ricognizione fotografica nel territorio vicentino sulla domanda di rigenerazione, agli interventi realizzati da ASF (Architetti Senza Frontiere) nel Terzo Mondo, fino al riuso delle ville palladiane.

http://www.cittadellarchitettura.it/index.html

Annunci

2 thoughts on “Vicenza, città dell’architettura e della rigenerazione urbana

  1. Sarebbe fantastico partecipare a queste lezioni, inoltre Vicenza è una città con un fascino particolare: un mix perfetto!

  2. Infatti! Per fortuna lezioni e convegni sono tutti gratis e aperti al pubblico. L’unica cosa a pagamento è la mostra su Castiglioni ma ne varrà la pena.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...