Contemporaneità italiane…


Esiste una via italiana all’architettura contemporanea?

O per meglio dire, esistono ancora e come si pongono nel panorama globale, correnti di pensiero, indirizzi facenti capo agli ambiti accademici del sistema universitario nazionale?  Che spazio hanno, o ambiscono a possedere, questi indirizzi nella dimensione fortemente mediatica dell’architettura contemporanea?

Riferendosi agli esiti di alcuni concorsi progettuali recenti, svoltisi nel nostro paese, si può notare come anche in Italia si verifichi il ricorso alle soluzioni ‘griffate’ delle cosiddette ‘archistar’:

è il caso di Reggio Calabria, Salerno, Cagliari con i progetti di Zaha Hadid, di Reggio Emilia con la nuova stazione Tav di Calatrava, di Venezia con la nuova città aeroportuale firmata da Frank Gehry, ….

I casi sono molti e diversi per natura e dimensione dei progetti in corso e non intendo certamente scagliarmi contro una pratica e scelte certamente legittime nell’ambito di concorsi pubblici di rilevanza internazionale. Sicuramente vi è una considerazione diffusa del ruolo mediatico assunto dall’architettura negli ultimi decenni in tutto il mondo allo scopo di rilanciare l’immagine un pò offuscata di alcuni centri urbani.

Il caso Bilbao è certamente un riferimento presente ma vi è anche l’influsso dei casi Berlino o Barcellona, dove il ricorso alle architetture firmate ha assunto dagli anni ’90 una dimensione sistematica, predominante nelle politiche di rilancio urbano.

In Italia il caso certamente esemplare è quello di Milano, capitale economica italiana e metropoli di spirito ‘internazionale’:

qui la dimensione urbana coinvolta in questo processo di rinnovamento è di rilevanza assolutamente straordinaria nel panorama italiano.

Foster, Libeskind, Hadid, Isozaki, Pelli, Chipperfield sono solo alcuni dei nomi coinvolti in progetti molto rilevanti, alcuni di grande qualità architettonica, altri più discutibili.

Ma tornando a riflettere sulle specificità dell’ambito italiano ci si può interrogare sulla natura del fenomeno urbano nel nostro paese e se possa esistere un altro modus operandi nella trasformazione delle nostre città.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...